lunedì, settembre 8

Torraca

-
maninretepost 040

-

a Torraca, nel Cilento, l'amministrazione ha deciso di convertire a led l'intera illuminazione pubblica. E non solo. Un comune che innova e fa tanto, con un sito ufficiale che informa senza bisogno di dedicare pagine a gruppi consiliari, partiti, coalizioni di centrodestra/centrosinistra. I progetti realizzati e le bollette parlano chiaro: sensibilizzazione della cittadinanza e abbattimento dei costi fanno di Torraca un caso.

3 commenti:

Calogero Parlapiano ha detto...

non sembra una brutta idea... magari ne approfittiamo anche per Sciacca eheh... ciao!!

Giuseppe Boscarino ha detto...

Faccio in parte autocritica. Forse ho messo troppo in risalto l’apparente buon fare di Torraca, che resta comunque ben lontano dalle lungimiranti pratiche delle amministrazioni di Sciacca.

Il commento di Calogero Parlapiano, che ringrazio, mi ha dato la possibilità di verificare per scrupolo l'indicazione che davo di approfondire l'argomento su Neapolis http://neapolis.blog.rai.it/2007/11/26/led-city-nea-polis-261107/

Ho scoperto così che la realtà sembra più complessa di quel che appare a prima vista in rete, e che forse anche nel caso Torraca la "politica guidata dai finanziamenti" (ancora una volta imposta da chi "tiene i cordoni della borsa") sia ben presente al di là di una comunicazione più o meno accattivante.

In sostanza lo sviluppo dei commenti sulla pagina Neapolis presentava un dibattito interessante e dei dubbi che venivano ben sintetizzati dal nikname “un semplice lettore”, il quale ben richiamava quelli pieni di fatti e dati analitici e tecnici di almeno due dei partecipanti al dibattito.

Purtroppo dico presentava perché fatta la scoperta volevo mettere in risalto la cosa e rivedere i testi miei post, ma proprio da ora il link non è più attivo, anche se tuttora presente su Wikipedia. Per gli interessati a una più completa informazione sull’argomento non resta quindi che rivolgersi alle altre fonti indicate e reperibili. Peccato.

Non sapendo come altrimenti rendere meglio questa particolare nuova condizione, alla fine ho deciso di porre qui tutte queste considerazioni in forma di nota a margine. Con una lezione appresa dall’esperienza: meglio fare subito il copia incolla in altro documento delle informazioni che si reputano interessanti. Viste su internet non danno garanzia del permanere del link.

Wil ha detto...

Una bella notizia, la ripresa dell'Italia deve partire dal basso, dai comuni virtuosi, dai cittadini desiderosi di Democrazia Vera, con la D maiuscola.

Ognuno con il nostro contributo, informandoci ed informando ... non votando semplicemente il meno peggio ...

A presto, Wil.